Ti trovi in:  Home

 

 

  

 

ARTICOLI RECENTI

 

INDUSTRIAE. Attraverso Porto Marghera

INDUSTRIAE. Attraverso Porto Marghera
Un viaggio nel tempo e nello spazio nella Wunderkammer produttiva di Venezia

 

portomarghera100


INDUSTRIAE. Attraverso Porto Marghera
Centro Informativo Permanente
Padiglione Antares, VEGA
14 ottobre 2017 – 27 maggio 2018
Ingresso libero
Orari: lunedì – venerdì 8.00 - 14.00; sabato e domenica 9.00 - 17.00

INDUSTRIAE racconta le produzioni, i processi e i cicli produttivi di cent’anni di attività di Porto Marghera, focalizzando l’attenzione sul capitale produttivo accumulato nel corso di un secolo, un patrimonio di saperi e conoscenze che si traduce in oggetti e servizi.
L’esposizione, allestita in occasione delle celebrazioni per il centenario di Porto Marghera presso il Padiglione Antares del VEGA Parco Scientifico Tecnologico, vuole essere la porta di accesso
alla straordinaria avventura industriale veneziana del Novecento. Un percorso informativo ed educativo che interpreta Porto Marghera come un grande congegno dove si intersecano e si
trasformano, all’insegna dell’integrazione e dell’innovazione, diverse componenti: lavoratori e aziende, culture e produzioni.


Un’area di oltre 2.000 ettari che da cent’anni mette in relazione Venezia e la città metropolitana con il contesto nazionale e internazionale, generando sviluppo economico e know-how tecnicoscientifico, diventando il centro propulsore, nel territorio veneziano, delle grandi trasformazioni economiche e sociali che hanno contrassegnato l’ultimo secolo di storia urbana.
Un luogo intriso di storie, intrecciate e contradditorie: di lavoratori e di conquiste sociali, di emancipazioni e di pagine nere, di prese di coscienza su diverse tematiche, a partire da quelle
relative alla tutela dell’ambiente. Aspetti questi che, a seconda del momento storico, sono stati analizzati, esaltati o criticati ma che partono dal presupposto che Porto Marghera sia stato e sia ancora un luogo vivo e fecondo di produzione e di lavoro, indipendentemente dal fatto che i prodotti siano materiali o immateriali.


Per questo l’esposizione INDUSTRIAE mette al centro del racconto i prodotti che da un secolo fanno parte del nostro quotidiano e che sono il frutto di un lungo lavoro di ricerca, professionalità, fatica e anche di drammi. Un viaggio nel tempo e nello spazio, un’ esperienza sensoriale a tutto campo che si serve di diversi livelli narrativi per descrivere la trasformazione delle materie prime e l’evoluzione dei cicli produttivi attraverso le testimonianze e i volti dei lavoratori, i materiali informativi storico-tecnici, gli oggetti che rappresentano veri e propri pezzi di design industriale, gli approfondimenti multimediali, le suggestioni sonore.


Porto Marghera 1917-2017
Porto Marghera nasce nel 1917 in seguito alla firma della Convenzione tra Stato, Comune di Venezia e Società Porto Industriale, che diede avvio alla realizzazione del Nuovo Porto di Venezia in zona Bottenigo come ampliamento della Stazione Marittima di Venezia, costruita pochi decenni prima ma presto rivelatasi insufficiente a far fronte all’aumento del traffico marittimo, commerciale e industriale di dimensioni nazionali, di assoluta importanza per la storia del ‘900 italiano.
Un porto industriale progettato con una ferrea e lungimirante pianificazione, articolato sin dalle origini in quattro settori: porto e zona industriale, porto commerciale, porticciolo dei
petroli e nuovo quartiere urbano. Nuove produzioni, legate a grandi gruppo industriali e sicuramente non appartenenti alla tradizione locale, trovarono qui collocazione ideale grazie alla
facilità degli accessi via mare, alla presenza di infrastrutture, alla disponibilità di energia elettrica, manodopera a basso costo proveniente dall’entroterra ancora rurale nonché agli innegabili
vantaggi economici e fiscali che sostennero il decollo della zona industriale.
Oggi Porto Marghera, malgrado situazioni diverse e contrastanti, resta una realtà economica di grande rilevanza in cui lavorano più di 10.000 persone: alla crisi dei settori manifatturieri
tradizionali ha infatti fatto fronte lo sviluppo di un’economia “immateriale” basata su terziario e logistica.

 

 

Ultimi aggiornamenti:

14.12.2017

StArt

Il 7 dicembre, la Commissione Tecnica si è riunita a Padova per selezionare i finalisti della prima edizione di StArt, il nuovo, originale Premio riservato a giovani artisti under 30.

Leggi tutto »

14.12.2017

Donne del Novecento di Ernesta Bittanti Battisti

Donne del Novecento, presentazione del libro "Ernesta Bittanti Battisti: intellettuale antifascista"
Appuntamento domani in Sala Belli a Trento con la presentazione del libro "Ernesta Bittanti Battisti: intellettuale antifascista".

Leggi tutto »

14.12.2017

Esce il libro Non chiesi mai quale fosse il suo nome di Alessandra Petrarca

Questa piccola parentesi che per un attimo affievolisce e leviga l’atrocità della seconda guerra mondiale, questo incontro paradossalmente innocente tra Lucia e il soldato tedesco, resta un frammento.

Leggi tutto »

14.12.2017

Allah, San Gennaro e i tre kamikaze

Sono spietati, pronti a tutto. Ma dovranno fare i conti con Napoli. Una commedia esplosiva e coraggiosa racconta l’importanza dell’integrazione. Ospite di Emergenze Mediterranee l’umorista e giornalista Pino Imperatore

Leggi tutto »

13.12.2017

You and Me della compagnia Mummenschanz

Fondata a Parigi nel 1972 da Bernie Schürch e Andres Bossard, in collaborazione con Floriana Frassetto, la compagnia Mummenschanznasce da un progetto artistico fortemente sentito dal trio originario in seguito a intensi anni di studio e di sperimentazione nell’ambito del mimo e della danza.

 

Leggi tutto »

13.12.2017

Festival dei due Parchi 2017

Sono già quasi duecento, e continuano a pervenire da tutt'Italia, le iscrizioni al Secondo EcoTrail
della Speranza, manifestazione podistica ed eco-passeggiata, promossa ed organizzata dal Festival dei due Parchi per la prossima Domenica 17 Dicembre, con partenza fissata alle ore 09.30 dalla piazza di Civitella del Tronto.

Leggi tutto »

12.12.2017

A Tolentino l’opera contemporanea “Guardiana”, di Francesca Merloni

“Brucia ogni cosa che tocco, ovunque io sia… se ci sei incontro il punto mio di gioia e se sei vero lo divento anche io di più e solo questo conta”

Leggi tutto »

12.12.2017

Il Corpo protagonista de "I Colori del Sacro", dal 3 febbraio 2018

"I Colori del Sacro" è da sempre un'occasione di esplorazione, di confronto e di dialogo: il linguaggio dell'illustrazione è per sua vocazione universale, abbatte le barriere e arriva dritto al bersaglio, alla sensibilità di chi osserva; è in grado di trasmettere informazioni e emozioni, a tutti, con immediatezza.

Leggi tutto »