Ti trovi in:  Home

 

 

  

 

ARTICOLI RECENTI

 

Il tamburo ritrovato

Era il 26 dicembre 1990 quando la Federazione dei Corpi bandistici della provincia di Trento diede avvio a questa iniziativa. A dirigere la Grande Banda, in quella prima edizione, c'era il maestro Daniele Carnevali, mentre la Banda Giovanile era diretta dal maestro Gianni Caracristi.

Martedì 26 dicembre il “Gran Concerto di Natale” della Federazione dei Corpi Bandistici

Il tamburo ritrovato

In scena a Trento il musical “Il tamburo ritrovato
Dopo un anno di transizione - l'anno scorso furono banda e cori - cambia decisamente formula il tradizionale Gran Concerto di Natale della Federazione provinciale dei Corpi Bandistici, che si terrà al Teatro Auditorium di Trento la sera di Santo Stefano. Il programma della serata in calendario martedì 26 dicembre è stato illustrato oggi nell’ambito della piattaforma di comunicazione Cultura Informa dal presidente della Federazione, Renzo Braus, dal presidente della Banda Sociale “Erminio Deflorian” di Tesero, Massimo Cristel, e dal direttore Fabrizio Zanon. E’ intervenuto all’incontro con i giornalisti l’assessore alla Cultura della Provincia autonoma di Trento, Tiziano Mellarini, che ha sottolineato il ruolo di primo piano che, anche in ambito culturale, riveste il volontariato, valore inestimabile per l’intera comunità del Trentino. Hanno portato il loro saluto anche il consigliere provinciale Pietro Degodenz e l’assessore alla Cultura del Comune di Cavalese, Ornella Vanzo.

 Da quella data molte cose sono cambiate. La novità più rilevante è di quest'anno, ed è rappresentata dalla nascita della Banda Sinfonica Giovanile Trentina, voluta al fine di poter costruire una realtà musicale di eccellenza: una meta da raggiunge per i giovani allievi delle bande trentine, ma anche un faro dal punto di vista gestionale oltre che artistico al quale i complessi bandistici possono ispirarsi.

Non volendo disperdere la tradizione del Gran Concerto di Natale la Federazione dei Corpi Bandistici ha pensato di mettere a disposizione quest’anno la serata del 26 dicembre ad uno dei complessi che si sono distinti per particolari produzioni musicali e di spettacolo nel corso dell’ultima annata. Sicuramente nel panorama bandistico recente ha spiccato per originalità il musical fiemmese “Il tamburo ritrovato”allestito dalla Banda Sociale “Erminio Deflorian” di Tesero. Un’orchestra di fiati, un coro, un corpo di ballo e una compagnia teatrale rappresentano il fulcro di uno spettacolo musicale che restituisce al pubblico una storia di speranza, solidarietà e determinazione di un popolo, durante le invasioni napoleoniche nel Principato Vescovile di Trento e nella Contea del Tirolo.

 Il musical, ideato e voluto dalla Banda Sociale di Tesero nel 2016 per aprire i festeggiamenti dei suoi 200 anni di vita, si avvale di contributi scenografici multimediali e vede alternarsi sul palco 200 artisti fra bandisti, attori, coristi, ballerine e comparse.

Lo spettacolo restituisce una storia, lunga 18 anni, di speranza, solidarietà e determinazione del popolo fiemmese, durante le invasioni napoleoniche. Queste guerre hanno segnato un’epoca di radicali mutamenti per la Magnifica Comunità di Fiemme e i suoi Vicini che fino ad allora avevano vissuto 700 anni di pace. Il periodo storico individuato per l’opera è collegato all’anniversario, dal momento che la Banda di Tesero è nata attorno all’anno 1817, solo quattro anni dopo l’ultima battaglia avvenuta a Panchià, in località Le Venzan (1813).

La trama rivela che lo spirito solidale e l’autonomia fiemmesi hanno radici lontane, così come il senso di ospitalità. Tutto inizia con un ragazzo dell’epoca attuale che trova in soffitta un vecchio tamburo, per la precisione, l’ultimo tamburo francese che ha suonato in Val di Fiemme. Mentre la zia del ragazzo prova a spiegare l’importanza di quel ritrovamento, il tempo si riavvolge e il tamburo inizia a scandire scene di guerra, talvolta per incoraggiare i soldati, talvolta per impartire ordini.

 Il genere del musical unisce teatro, narrazione, musica e canto, con il supporto di scenografie inedite che saranno proiettate per trasportare il pubblico in atmosfere lontane, nel cuore di importanti vicende belliche fra il 1796 e il 1813. La sceneggiatura è frutto del lavoro a quattro mani che ha visto in prima fila il maestro della banda Fabrizio Zanon e il regista Michele Longo, con la collaborazione dell’attore e regista Alessandro Arici e dello storico Luca De Marco.

La parte musicale, commissionata al compositore maestro Luciano Feliciani, è in stile moderno e mira a ricreare le atmosfere e i sentimenti dell’epoca. Il coro è stato preparato dal maestro Alberto Zeni, mentre le coreografie sono di Angela Deflorian.

Lo spettacolo, che sarà replicato al Palafiemme di Cavalese lunedì 1 e martedì 2 gennaio 2018, coinvolge musicisti della Banda di Tesero, coristi provenienti dai cori di Tesero e di altri paesi delle Valli di Fiemme e Fassa, attori-cantanti della Val di Fiemme, attori della Filodrammatica di Tesero, le ballerine del Centro Danza di Tesero e il Comitato rievocazioni storiche di Cavalese. 

 

 

Paperblog

 

Ultimi aggiornamenti:

18.06.2018

In libreria Cinema e Pittura di Luc Vancheri

cinema e pittura - contaminazioni di Luc Vancheri edito da Negretto Editore

Pubblicato nel 2007 dalla casa editrice francese Armand Colin, “Cinema e pittura” arriva il 30 giugno 2018 in Italia con la casa editrice Negretto Editore per la collana editoriale Studi cinematografici, diretta dal prof. Alberto Scandola, docente di Storia e Critica del Cinema presso l’Università di Verona.  

Leggi tutto »

23.05.2018

Figure di una Valle – 10 personaggi solandri

il 68 in trentino

Spazia dalla storia alle arti figurative la programmazione culturale del Centro Studi per la Val di Sole
La Grande Guerra, il Sessantotto e l’arte pittorica di Paolo Vallorz
E’ un programma culturale intenso e di alto profilo quello che il “Centro Studi per la Val di Sole” ha stilato per i prossimi mesi e che prevede una ventina di appuntamenti nel periodo compreso tra la fine di maggio e l’inizio di agosto.

Leggi tutto »

20.05.2018

La Repubblica delle meraviglie Sasha Vinci / Maria Grazia Galesi

Venezia va in scena La Repubblica delle Meraviglie

Il 22 maggio 2018, a Venezia, si inaugura La Repubblica delle Meraviglie, il nuovo progetto del duo Vinci / Galesi (Sasha Vinci, 1980 e Maria Grazia Galesi 1988), a cura di Diego Mantoan e Paola Tognon, ideato in seguito alla vincita del Sustainable Art Prize 2017, promosso dall'Università Ca' Foscari Venezia, all'interno del programma Ca' Foscari Sostenibile, in collaborazione con ArtVerona. Il progetto è realizzato con il supporto della galleria aA29 Project Room (Milano/Caserta).

Leggi tutto »

18.05.2018

TRACCE Aspetti dell’Arte Contemporanea

TRACCE

Sabato 19 Maggio 2018, alle ore 18.00, sarà inaugurata la mostra, a cura di Maurizio Vitiello, “TRACCE - Aspetti dell’arte contemporanea” con opere recenti di Luciano Astolfi, Sonia Babini, Alfredo Celli, Maria Cristina Cirilli, Roberto Di Giampaolo, Rita D’Emilio, Gigino Falconi, Marco Vinicio Fattori, Carmine Galiè, Daniele Guerrieri, Giuseppe Liberati, Pasquale Lucchitti, Salvatore Marsillo, Lucio Monaco, Manuela Nori, Achille Pace, Pasquale Pagnottella, Pino Procopio, Miriam Salvalai, Franco Summa presso lo spazio “RespirArt Gallery” di Giulianova. Sino a mercoledì 30 Maggio 2018.

Leggi tutto »

18.05.2018

Henri Cartier-Bresson, landscapes paysages

Al Forte di Bard i Paesaggi di Cartier-Bresson

Dal 17 giugno al 21 ottobre 2018 la mostra realizzata dal Forte di Bard in collaborazione con Magnum Photos International e Fondation Henri Cartier-Bresson di Parigi, presenta 105 immagini in bianco e nero, personalmente selezionate da Henri Cartier-Bresson, scattate tra gli anni Trenta e gli anni Novanta fra Europa, Asia e America. 

Leggi tutto »

18.05.2018

Interno, esterno di Luisa Bergamini

ARTE NON STOP dal 20 a Mombaroccio

Prima esposizione di“ARTE NON STOP”, staffetta d’arte contemporanea tutta al femminile in
programma nella Chiesa di San Marco, a cura dell’artista Lucia Spagniuolo. Ingresso libero

“Interno, esterno”, domenica 20 maggio a Mombaroccio si inaugura la mostra personale di Luisa Bergamini

Leggi tutto »

18.05.2018

Vangi connections

VANGI PER PESARO al Centro Arti Visive

In programma alle 17.30 “Vangi connections”, organizzato da Comune di Pesaro – Assessorato alla Bellezza e Sistema Museo. Una visita esclusiva con il maestro Giuliano Vangi che accompagna il pubblico in un tour guidato alle sue opere nel percorso “Vangi per Pesaro”. 

Leggi tutto »

18.05.2018

 L'Ape Regina di Gianluca Morozzi

L'Ape Regina_, il nuovo romanzo di Gianluca Morozzi

Ragazzine fanatiche di Doctor Who e imbarazzanti supereroi che combattono battaglie improbabili nei cieli di casa nostra: in libreria da oggi il nuovo romanzo di Gianluca Morozzi

«Nella storia del mondo ci sono stati quattro supereroi. Solo quattro. Ed erano italiani... Non solo italiani: erano di Bologna».

Leggi tutto »

16.05.2018

CHILDREN SMILE VILLAGE

Children Smile Village Massimo Bagnato

9 comici provenienti da Zelig, Colorado, Made in Sud, 25 stage di danza, grandi artisti di musica popolare, classica, lirica e pop, una cucina di 70 metri quadrati con le eccellenze delle 4 regioni colpite dal sisma, attività per bambini, auto d’epoca, sbandieratori, scherma storica e molto altro.

Leggi tutto »

16.05.2018

L'ultimo spartito di Rossini - Simona Baldelli

l'ultimo spartito di Rossini

Pomeriggio letterario rossiniano in programma domenica 20 maggio a Palazzo Mosca - Musei Civici. Dalle 17.30 (ingresso libero) sarà ospite Simona Baldelli per la presentazione del suo nuovo romanzo L’ultimo spartito di Rossini (2018), Edizioni Piemme, appena uscito nell’ambito delle celebrazioni per il 150 anni dalla morte di Gioachino Rossini (13 novembre 1868).

Leggi tutto »

12.05.2018

Terra Bruciata, presentazione del film

Terra bruciata

Il docufilm “Terra Bruciata” in anteprima a Giulianova

Ospiti il regista Luca Gianfrancesco e prof. Giuseppe Angelone, docente di Cinema, Fotografia e Televisione presso la Seconda Università di Napoli
Grazie all’interessamento della Prof.ssa Lucia Marcone, docente negli istituti superiori e il supporto storico di Walter De Berardinis, ricercatore locale sugli avvenimenti militari nella 1° e 2° Guerra Mondiale nella Città di Giulianova e delegato dell’A.N.V.C.G. (Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra), l’Istituto Luce-Cinecittà ha concesso la proiezione in anteprima del docufilm “Terra Bruciata”, in tour in Italia, presso il Cinema Moderno Multiscreen di Giulianova alta la mattina del 16 maggio 2018.

Leggi tutto »

10.05.2018

Generazione '68. Sociologia, Trento, il mondo

Generazione '68_ Sociologia, Trento, il mondo

Lunedì 14 maggio alle ore 18.00 presso il Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale di Trento si inaugura un'esposizione dedicata alla generazione del '68 e al fermento degli anni anni Sessanta. Linguaggi, stili e miti dell'epoca entrano in mostra per indagare le radici del movimento studentesco, tra il contesto trentino e quello internazionale.

Leggi tutto »