Ti trovi in:  Inizio > Mostre – Patrimoni immateriali degli abruzzesi nel mondo

 

MOSTRE

 

Patrimoni immateriali degli abruzzesi nel mondo

Canti e racconti della nostra emigrazione. Le speranze di una vita migliore, la nostalgia dei paesi abbandonati. Percorsi simili a quelli degli immigrati di oggi raccontati nella mostra “Patrimoni immateriali degli abruzzesi nel mondo” e nei canti del gruppo etnico Il Passagallo.

il Passagallo

Appuntamento domenica 3 dicembre dalle ore 15.30 a Montorio al Vomano. Di seguito il comunicato stampa scaricabile anche a questo link. Qui una foto del gruppo etnico Il Passagallo.

Grazie per l'attenzione
Simona Salvi - ufficio stampa IITM
tel 328-6888073

Domenica 3 dicembre a Montorio al Vomano

BAGAGLI A MANO: CANTI E RACCONTI DELLA NOSTRA EMIGRAZIONE 

Le speranze di una vita migliore, la nostalgia dei paesi abbandonati. Percorsi simili a quelli degli immigrati di oggi raccontati nella mostra “Patrimoni immateriali degli abruzzesi nel mondo” e nei canti del gruppo etnico Il Passagallo

Cosa c’era nei bagagli degli emigranti che lasciavano l’Abruzzo tra XIX e XX secolo? Pochi averi, la speranza di una vita migliore, ma anche memorie, conoscenze, riti, culti, tradizioni, musiche e canti.

Percorsi simili a quelli degli immigrati di oggi ricostruiti nella mostra “Patrimoni immateriali degli abruzzesi nel mondo”, allestita dalla Sezione italiana dell’Istituto Internazionale del Teatro del Mediterraneo. Un viaggio nel vasto patrimonio immateriale che l’emigrazione abruzzese ha disseminato nel mondo. La mostra sarà visitabile con ingresso libero domenica 3 dicembre dalle 15.30 alle 17.30 e dalle 19.00 alle 20.30 nel Foyer del Teatro Comunale di Montorio al Vomano.

Alle 17.30 sempre domenica 3 dicembre nel Teatro Comunale di Montorio al Vomano il gruppo etnico Il Passagallo aprirà le valigie dei tanti italiani e abruzzesi nel mondo tirando fuori le canzoni e le testimonianze dirette di quei viaggi della speranza. Un viaggio nella nostra cultura popolare. Sul palco: Graziella Guardiani (canto, flauti), Carlo Di Silvestre (chitarre, voce), Guerino Marchegiani (fisarmonica, voce), Giovanni Ciaffarini (violino), Tommaso Paolone (contrabbasso), Fabio Di Gabriele (tamburi a cornice), Gabriele Guardiani (percussioni) e Antonella Ciaccia (voce narrante). Ingresso libero.

Il Passagallo, gruppo di riproposta della musica di tradizione abruzzese, svolge dal 1998 un'intensa attività concertistica in Italia e all'estero con l’intento di valorizzare e promuovere le sonorità, i ritmi e la poesia popolare legati alla trasmissione orale. Un percorso artistico alimentato da una continua indagine sul campo svolta dall’etnomusicologo Carlo Di Silvestre attraverso il recupero delle fonti orali. Così il Passagallo restituisce alla comunità rurale, collocata tra gli anni 50’ e gli anni 80’ del ‘900, la sua dignità culturale. Informazioni sul sito www.ilpassagallo.com

Ufficio Stampa: Simona Salvi Tel. 328/6888073 - e-mail: 
ufficiostampa@ istitutoteatromediterraneo.it
IITM Italia: Antonella Ciaccia Tel. 366/6286924 - e-mail: 
antonellaciaccia@ istitutoteatromediterraneo.it

 

 

 

 

 

 

Ultimi aggiornamenti:

18.01.2018

Concerto dei Dirotta Su Cuba al Teatro Splendor di Aosta

Chi non li ricorda o non conosce un loro pezzo. Negli anni Novanta la musica funky in Italia, improvvisamente, esplose con i Dirotta su Cuba. Brani come Gelosia, Liberi di liberi da, cantati dalla splendida voce di Simona Bencini, ebbero un successo enorme, durato fino al nuovo millennio.

Leggi tutto »

18.01.2018

Otto Frank, father of Anne di David de Jongh

In ricorrenza del Giorno della Memoria, sarà proiettato il film di David de Jongh dal titolo: 'Otto Frank, padre di Anna”. (Paesi Bassi, 2010, 75')

Leggi tutto »

17.01.2018

Trecentosessantacinque d’arte. Pino Pocopio

Venerdì 19 Gennaio alle ore 18:30 sarà inaugurata, all’interno dello spazio espositivo Tacconi Art Space delle Grafiche Tacconi di Ascoli Piceno, in collaborazione con L’Idioma Centro d’Arte, la mostra di Pino Procopio Trecentosessantacinqu e d’arte, a cura di Giuseppe Bacci.

Leggi tutto »

17.01.2018

Wildlife Photographer of the Year Forte di Bard.

Sarà il Forte di Bard, dal 16 febbraio al 10 giugno 2018, a presentare l'anteprima italiana della 53esima edizione del Wildlife Photographer of the Year, il più importante riconoscimento dedicato alla fotografia naturalistica promosso dal Natural History Museum di Londra. La spettacolare roccaforte all'ingresso della Valle d'Aosta ospita per il nono anno consecutivo, la prima tappa del tour italiano della mostra che ogni anno premia gli scatti più belli del mondo animale e vegetale.

Leggi tutto »

17.01.2018

Contrasti 2 Marco Fattori - Giuliano Cotellessa Dal 20 al 26 gennaio 2018

RespirArt è lieta di presentare la seconda edizione di Contrasti, bipersonale di due artisti abruzzesi a confronto: Marco Fattori e Giuliano Cotellessa, a cura di Berardo Montebello. L'inaugurazione si terrà sabato 20 gennaio alle ore 18.00 a Giulianova in Corso Garibaldi 30, con l'intervento del Professor Sandro Melarangelo. Seguirà l’esibizione del jazzista britannico internazionale Geoff Warren sulle composizioni del Professor Stefano Taglietti.

Leggi tutto »

15.01.2018

Luci del Nord. IMPRESSIONISMO IN NORMANDIA

L'Impressionismo ha lasciato una traccia profonda nella storia dell'arte muovendo i suoi passi in Francia a partire dalla seconda metà dell'Ottocento, e proprio da questi inizi prende movimento la mostra evento "Luci del Nord. IMPRESSIONISMO IN NORMANDIA", dal 3 febbraio al 17 giugno al Forte di Bard.

Leggi tutto »

15.01.2018

StArt_ Studi per l'Arte: terza fase

Dong Jinnge, Alice Faloretti, Adelisa Selimbasic, Caterina Casellato, Niccolò Masiero Sgrinzatto, Giovanna Bonenti, Cristiano Vettore, Gianni D'Urso, Beatrice Gelmetti, Chiara Principe sono i giovani finalisti selezionati a dicembre.

Leggi tutto »

13.01.2018

I presepi artistici del Trentino Alto Adige messaggeri di pace

23 opere d'arte, realizzate dagli artigiani scultori del Trentino Alto Adige dall'1 gennaio sono esposte per la prima volta al pubblico a Mosca, nella Cattedrale ortodossa di Cristo Salvatore, dove si potranno ammirare fino al prossimo 28 febbraio.

Leggi tutto »