Ti trovi in:  Inizio > Mostre – INDUSTRIAE. Attraverso Porto Marghera

 

MOSTRE

 

INDUSTRIAE. Attraverso Porto Marghera

INDUSTRIAE. Attraverso Porto Marghera
Un viaggio nel tempo e nello spazio nella Wunderkammer produttiva di Venezia

 

portomarghera100


INDUSTRIAE. Attraverso Porto Marghera
Centro Informativo Permanente
Padiglione Antares, VEGA
14 ottobre 2017 – 27 maggio 2018
Ingresso libero
Orari: lunedì – venerdì 8.00 - 14.00; sabato e domenica 9.00 - 17.00

INDUSTRIAE racconta le produzioni, i processi e i cicli produttivi di cent’anni di attività di Porto Marghera, focalizzando l’attenzione sul capitale produttivo accumulato nel corso di un secolo, un patrimonio di saperi e conoscenze che si traduce in oggetti e servizi.
L’esposizione, allestita in occasione delle celebrazioni per il centenario di Porto Marghera presso il Padiglione Antares del VEGA Parco Scientifico Tecnologico, vuole essere la porta di accesso
alla straordinaria avventura industriale veneziana del Novecento. Un percorso informativo ed educativo che interpreta Porto Marghera come un grande congegno dove si intersecano e si
trasformano, all’insegna dell’integrazione e dell’innovazione, diverse componenti: lavoratori e aziende, culture e produzioni.


Un’area di oltre 2.000 ettari che da cent’anni mette in relazione Venezia e la città metropolitana con il contesto nazionale e internazionale, generando sviluppo economico e know-how tecnicoscientifico, diventando il centro propulsore, nel territorio veneziano, delle grandi trasformazioni economiche e sociali che hanno contrassegnato l’ultimo secolo di storia urbana.
Un luogo intriso di storie, intrecciate e contradditorie: di lavoratori e di conquiste sociali, di emancipazioni e di pagine nere, di prese di coscienza su diverse tematiche, a partire da quelle
relative alla tutela dell’ambiente. Aspetti questi che, a seconda del momento storico, sono stati analizzati, esaltati o criticati ma che partono dal presupposto che Porto Marghera sia stato e sia ancora un luogo vivo e fecondo di produzione e di lavoro, indipendentemente dal fatto che i prodotti siano materiali o immateriali.


Per questo l’esposizione INDUSTRIAE mette al centro del racconto i prodotti che da un secolo fanno parte del nostro quotidiano e che sono il frutto di un lungo lavoro di ricerca, professionalità, fatica e anche di drammi. Un viaggio nel tempo e nello spazio, un’ esperienza sensoriale a tutto campo che si serve di diversi livelli narrativi per descrivere la trasformazione delle materie prime e l’evoluzione dei cicli produttivi attraverso le testimonianze e i volti dei lavoratori, i materiali informativi storico-tecnici, gli oggetti che rappresentano veri e propri pezzi di design industriale, gli approfondimenti multimediali, le suggestioni sonore.


Porto Marghera 1917-2017
Porto Marghera nasce nel 1917 in seguito alla firma della Convenzione tra Stato, Comune di Venezia e Società Porto Industriale, che diede avvio alla realizzazione del Nuovo Porto di Venezia in zona Bottenigo come ampliamento della Stazione Marittima di Venezia, costruita pochi decenni prima ma presto rivelatasi insufficiente a far fronte all’aumento del traffico marittimo, commerciale e industriale di dimensioni nazionali, di assoluta importanza per la storia del ‘900 italiano.
Un porto industriale progettato con una ferrea e lungimirante pianificazione, articolato sin dalle origini in quattro settori: porto e zona industriale, porto commerciale, porticciolo dei
petroli e nuovo quartiere urbano. Nuove produzioni, legate a grandi gruppo industriali e sicuramente non appartenenti alla tradizione locale, trovarono qui collocazione ideale grazie alla
facilità degli accessi via mare, alla presenza di infrastrutture, alla disponibilità di energia elettrica, manodopera a basso costo proveniente dall’entroterra ancora rurale nonché agli innegabili
vantaggi economici e fiscali che sostennero il decollo della zona industriale.
Oggi Porto Marghera, malgrado situazioni diverse e contrastanti, resta una realtà economica di grande rilevanza in cui lavorano più di 10.000 persone: alla crisi dei settori manifatturieri
tradizionali ha infatti fatto fronte lo sviluppo di un’economia “immateriale” basata su terziario e logistica.

 

 

 

 

 

Ultimi aggiornamenti:

15.01.2018

Luci del Nord. IMPRESSIONISMO IN NORMANDIA

L'Impressionismo ha lasciato una traccia profonda nella storia dell'arte muovendo i suoi passi in Francia a partire dalla seconda metà dell'Ottocento, e proprio da questi inizi prende movimento la mostra evento "Luci del Nord. IMPRESSIONISMO IN NORMANDIA", dal 3 febbraio al 17 giugno al Forte di Bard.

Leggi tutto »

15.01.2018

StArt_ Studi per l'Arte: terza fase

Dong Jinnge, Alice Faloretti, Adelisa Selimbasic, Caterina Casellato, Niccolò Masiero Sgrinzatto, Giovanna Bonenti, Cristiano Vettore, Gianni D'Urso, Beatrice Gelmetti, Chiara Principe sono i giovani finalisti selezionati a dicembre.

Leggi tutto »

13.01.2018

I presepi artistici del Trentino Alto Adige messaggeri di pace

23 opere d'arte, realizzate dagli artigiani scultori del Trentino Alto Adige dall'1 gennaio sono esposte per la prima volta al pubblico a Mosca, nella Cattedrale ortodossa di Cristo Salvatore, dove si potranno ammirare fino al prossimo 28 febbraio.

Leggi tutto »

13.01.2018

31 Festival Liszt Albano 

Leonardo Pierdomenico Vincitore del “Raymond E. Buck” Jury Discretionary Award al prestigioso concorso pianistico internazionale “Van Cliburn” 2017, al 31° Festival Liszt Albano 
14 gennaio 2018: il Festival Liszt prosegue la valorizzazione delle eccellenze della musica classica italiana nella scenografia ottocentesca di Palazzo Savelli

Leggi tutto »

13.01.2018

Zoran Music. Occhi vetrificati

Dal 27 gennaio al 2 aprile, il Civico Museo "Revoltella" di Trieste propone al pubblico un nucleo, inedito, di 24 disegni che Zoran Music realizzò nel 1945, mentre era imprigionato a Dachau. L'esposizione, intitolata "Zoran Music. Occhi vetrificati", è promossa dal Comune di Trieste-Assessorato alla Cultura e curata da Laura Carlini Fanfogna.

Leggi tutto »

13.01.2018

Abbecedario del buon terrestre

Tratto dall’omonimo libro pubblicato nel 2015 da Ricerche&Redazioni, il teatro di strada dello spettacolo “Abbecedario del buon terrestre” porta bambini e adulti a ricostruire il senso delle parole e la nostra memoria più profonda. 

Leggi tutto »

10.01.2018

A San Teonisto di Treviso il ritorno di 19 opere pittoriche

Sabato 13 gennaio alle 11.30 una cerimonia pubblica segnerà il ritorno in San Teonisto, antica chiesa trevigiana, di 19 delle 22 opere pittoriche che erano patrimonio dell'edificio monastico sino alla sottrazione napoleonica del 1810.

Leggi tutto »

09.01.2018

Festival International de Programmes Audiovisuels di Biarritz

In gara per Audience award competition l’italiano Matteo Raffaelli con Mareyeurs Produzione Ocean Film di Francesco Congiu
Tra etica del consumo e politica globale, commercio massivo e consumo incontrollato, filiera produttiva africana ed Europa dei migranti, la storia del mareyeur senegalese Ibrahima

Leggi tutto »