Ti trovi in:  Inizio > Mostre – Zoran Music. Occhi vetrificati

 

MOSTRE

 

Zoran Music. Occhi vetrificati

Dal 27 gennaio al 2 aprile, il Civico Museo "Revoltella" di Trieste propone al pubblico un nucleo, inedito, di 24 disegni che Zoran Music realizzò nel 1945, mentre era imprigionato a Dachau. L'esposizione, intitolata "Zoran Music. Occhi vetrificati", è promossa dal Comune di Trieste-Assessorato alla Cultura e curata da Laura Carlini Fanfogna.

I disegni inediti di Music da Dachau, al Revoltella

In mostra - come detto - 24 disegni che sono altrettanti urli silenziosi. Fissati a matita o inchiostro sui supporti più disparati: fogli di quaderno, carte di riciclo e persino libri. Per dare forma, e in qualche modo esorcizzare, l'orrore, creando opere d'arte. E, anche per questo, ancor più straordinari. 24 testimonianze su Dachau, in presa diretta da chi vi era deportato, marchiato con il tragico Triangolo Rosso dei deportati politici. 
Testimonianze che nella storia dell'arte possono essere avvicinate a quelle di Goya.

23 dei disegni erano stati "dimenticati" tra i fascicoli d'archivio nella sede dell'ANPI, ANED, ANPPIA e uno nella sede dell'Istituto Regionale per la Storia del Movimento di Liberazione nel Friuli Venezia Giulia, da cui sono emersi nel luglio del 2016 nel corso di una ricerca che il professor Franco Cecotti, collaboratore dell'IRSML e oggi vicepresidente dell'Associazione Nazionale Ex Deportati-ANED, stava conducendo. 
Oggetto del suo interesse era una cartella contenente ciclostilati e materiali intitolati "Gli italiani in Dachau" del maggio '45. La stessa data era riportata anche su una seconda cartella, contrassegnata come "Disegni campo Dachau", dalla quale sono emersi i disegni di Music. Realizzati appena dopo l'arrivo degli Alleati, quando l'artista sopravviveva nel campo in una sorta di quarantena, sopraffatto dall'angoscia che ancora lo torturava. 

Le 24 opere riunite in mostra facevano parte di un corpus più ampio di pezzi che l'artista in parte donò ai compagni sopravvissuti. Disegni poi andati dispersi. Con la fortunata eccezione del nucleo esposto al "Revoltella". Una volta rientrato in Italia, Music per anni non riuscì a misurarsi con l'angoscioso ricordo del lager. Si dedicò a raccontare l'amata Venezia e i paesaggi dalmati. Sino agli anni Settanta, quando, trascorso un quarto di secolo, riuscì a proporre nella serie "Non siamo gli ultimi", "l'orrido che è insito nell'uomo".
Osservando i cadaveri, a mucchi, a pile, che gli furono compagni a Dachau e che egli fissa nei suoi disegni del '45, si può ben capire l'urgenza di allontanarsi dall'incubo che segnò Music per sempre.
A Dachau era arrivato nel novembre del '44. Quell'anno l'artista, in occasione di una sua mostra veneziana, aveva conosciuto Ivo Gregorc, che faceva parte della Croce Rossa slovena, impegnata nella resistenza contro i nazisti. Il legame di amicizia non sfuggì alle SS di stanza a Venezia che arrestarono Music con l'accusa di collaborazione con gruppi anti tedeschi. Dopo la detenzione a Trieste fu deportato nel lager in Germania dove rimase per sette mesi, fino al giugno 1945. 

"I 24 disegni di Music, vero tesoro d'arte e di storia, dopo l'esposizione resteranno in deposito nelle nostre Collezioni", sottolinea Laura Carlini Fanfogna, curatrice della mostra nonchè direttrice del Servizio Civici Musei e Biblioteche del Comune di Trieste. "E saranno affiancati - spiega - dalla storica videointervista che 20 anni fa l'artista rilasciò in occasione della sua mostra alla Risiera di San Sabba, rievocando quella deportazione a Dachau." 
"Con l'occasione abbiamo voluto anche documentare - così ancora la Carlini Fanfogna - la realtà di quel campo e di altri campi di sterminio, attraverso una selezione di immagini che l'USIS-United States Information Service vi realizzò all'arrivo delle truppe alleate. Sono immagini tratte dalla nostra Fototeca, ricca di quasi 3 milioni di foto e, tra esse, di un corpus di ben 14 mila concesse proprio dall'Usis".


Info e prenotazioni: www.museorevoltella.it

(ulteriori informazioni e immagini presso l'ufficio stampa della mostra: www.studioesseci.net - Sergio Campagnolo, tel. 049-663499, posta: gestione2@studioesseci.net)


COMTS - FS

 

 

 

 

 

Paperblog

 

Ultimi aggiornamenti:

23.05.2018

Figure di una Valle – 10 personaggi solandri

il 68 in trentino

Spazia dalla storia alle arti figurative la programmazione culturale del Centro Studi per la Val di Sole
La Grande Guerra, il Sessantotto e l’arte pittorica di Paolo Vallorz
E’ un programma culturale intenso e di alto profilo quello che il “Centro Studi per la Val di Sole” ha stilato per i prossimi mesi e che prevede una ventina di appuntamenti nel periodo compreso tra la fine di maggio e l’inizio di agosto.

Leggi tutto »

20.05.2018

La Repubblica delle meraviglie Sasha Vinci / Maria Grazia Galesi

Venezia va in scena La Repubblica delle Meraviglie

Il 22 maggio 2018, a Venezia, si inaugura La Repubblica delle Meraviglie, il nuovo progetto del duo Vinci / Galesi (Sasha Vinci, 1980 e Maria Grazia Galesi 1988), a cura di Diego Mantoan e Paola Tognon, ideato in seguito alla vincita del Sustainable Art Prize 2017, promosso dall'Università Ca' Foscari Venezia, all'interno del programma Ca' Foscari Sostenibile, in collaborazione con ArtVerona. Il progetto è realizzato con il supporto della galleria aA29 Project Room (Milano/Caserta).

Leggi tutto »

18.05.2018

TRACCE Aspetti dell’Arte Contemporanea

TRACCE

Sabato 19 Maggio 2018, alle ore 18.00, sarà inaugurata la mostra, a cura di Maurizio Vitiello, “TRACCE - Aspetti dell’arte contemporanea” con opere recenti di Luciano Astolfi, Sonia Babini, Alfredo Celli, Maria Cristina Cirilli, Roberto Di Giampaolo, Rita D’Emilio, Gigino Falconi, Marco Vinicio Fattori, Carmine Galiè, Daniele Guerrieri, Giuseppe Liberati, Pasquale Lucchitti, Salvatore Marsillo, Lucio Monaco, Manuela Nori, Achille Pace, Pasquale Pagnottella, Pino Procopio, Miriam Salvalai, Franco Summa presso lo spazio “RespirArt Gallery” di Giulianova. Sino a mercoledì 30 Maggio 2018.

Leggi tutto »

18.05.2018

Henri Cartier-Bresson, landscapes paysages

Al Forte di Bard i Paesaggi di Cartier-Bresson

Dal 17 giugno al 21 ottobre 2018 la mostra realizzata dal Forte di Bard in collaborazione con Magnum Photos International e Fondation Henri Cartier-Bresson di Parigi, presenta 105 immagini in bianco e nero, personalmente selezionate da Henri Cartier-Bresson, scattate tra gli anni Trenta e gli anni Novanta fra Europa, Asia e America. 

Leggi tutto »

18.05.2018

Interno, esterno di Luisa Bergamini

ARTE NON STOP dal 20 a Mombaroccio

Prima esposizione di“ARTE NON STOP”, staffetta d’arte contemporanea tutta al femminile in
programma nella Chiesa di San Marco, a cura dell’artista Lucia Spagniuolo. Ingresso libero

“Interno, esterno”, domenica 20 maggio a Mombaroccio si inaugura la mostra personale di Luisa Bergamini

Leggi tutto »

18.05.2018

Vangi connections

VANGI PER PESARO al Centro Arti Visive

In programma alle 17.30 “Vangi connections”, organizzato da Comune di Pesaro – Assessorato alla Bellezza e Sistema Museo. Una visita esclusiva con il maestro Giuliano Vangi che accompagna il pubblico in un tour guidato alle sue opere nel percorso “Vangi per Pesaro”. 

Leggi tutto »

18.05.2018

 L'Ape Regina di Gianluca Morozzi

L'Ape Regina_, il nuovo romanzo di Gianluca Morozzi

Ragazzine fanatiche di Doctor Who e imbarazzanti supereroi che combattono battaglie improbabili nei cieli di casa nostra: in libreria da oggi il nuovo romanzo di Gianluca Morozzi

«Nella storia del mondo ci sono stati quattro supereroi. Solo quattro. Ed erano italiani... Non solo italiani: erano di Bologna».

Leggi tutto »

16.05.2018

CHILDREN SMILE VILLAGE

Children Smile Village Massimo Bagnato

9 comici provenienti da Zelig, Colorado, Made in Sud, 25 stage di danza, grandi artisti di musica popolare, classica, lirica e pop, una cucina di 70 metri quadrati con le eccellenze delle 4 regioni colpite dal sisma, attività per bambini, auto d’epoca, sbandieratori, scherma storica e molto altro.

Leggi tutto »

16.05.2018

L'ultimo spartito di Rossini - Simona Baldelli

l'ultimo spartito di Rossini

Pomeriggio letterario rossiniano in programma domenica 20 maggio a Palazzo Mosca - Musei Civici. Dalle 17.30 (ingresso libero) sarà ospite Simona Baldelli per la presentazione del suo nuovo romanzo L’ultimo spartito di Rossini (2018), Edizioni Piemme, appena uscito nell’ambito delle celebrazioni per il 150 anni dalla morte di Gioachino Rossini (13 novembre 1868).

Leggi tutto »

12.05.2018

Terra Bruciata, presentazione del film

Terra bruciata

Il docufilm “Terra Bruciata” in anteprima a Giulianova

Ospiti il regista Luca Gianfrancesco e prof. Giuseppe Angelone, docente di Cinema, Fotografia e Televisione presso la Seconda Università di Napoli
Grazie all’interessamento della Prof.ssa Lucia Marcone, docente negli istituti superiori e il supporto storico di Walter De Berardinis, ricercatore locale sugli avvenimenti militari nella 1° e 2° Guerra Mondiale nella Città di Giulianova e delegato dell’A.N.V.C.G. (Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra), l’Istituto Luce-Cinecittà ha concesso la proiezione in anteprima del docufilm “Terra Bruciata”, in tour in Italia, presso il Cinema Moderno Multiscreen di Giulianova alta la mattina del 16 maggio 2018.

Leggi tutto »

10.05.2018

Generazione '68. Sociologia, Trento, il mondo

Generazione '68_ Sociologia, Trento, il mondo

Lunedì 14 maggio alle ore 18.00 presso il Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale di Trento si inaugura un'esposizione dedicata alla generazione del '68 e al fermento degli anni anni Sessanta. Linguaggi, stili e miti dell'epoca entrano in mostra per indagare le radici del movimento studentesco, tra il contesto trentino e quello internazionale.

Leggi tutto »

09.05.2018

La Luna nel pozzo di Rossella De Stefani a CandelarArte 2018

Rossella De Stefani  www_rosselladeste_altervista_org

La Pro Loco di Candelara e l’Accademia AIIA hanno il piacere di invitare la cittadinanza, gli appassionati d’arte ed i turisti all’inaugurazione della mostra monografica di Rossella De Stefani intitolata: “La Luna nel pozzo”.

Leggi tutto »