Ti trovi in:  Inizio > Raduni – Per filo e per segno: un laboratorio sulle tracce della propria identità

 

RADUNI

 

Per filo e per segno: un laboratorio sulle tracce della propria identità

“Per filo e per segno: un laboratorio sulle tracce della propria identità” è il titolo dell'esposizione che sarà ospitata nei locali della Biblioteca San Giovanni di Pesaro dal 19 dicembre 2017 al 14 gennaio 2018. Con il patrocinio della Provincia di Pesaro e Urbino, del Comune di Pesaro, della Proloco di Candelara, del Consiglio di Quartiere n. 3 e 7.

Per filo e per segno: un laboratorio sulle tracce della propria identità

 

Per filo e per segno

L'evento è il frutto della collaborazione tra due associazioni operanti nell'ambito del Quartiere 3 Colline e Castelli del Comune di Pesaro: la comunità educativa per minori “Il filo della gioia” di Santa Maria dell'Arzilla e l'AIIA, Accademia Internazionale di Incisione Artistica Prof. Walter Bajocchi di Candelara, la cui attività, imperniata sulla valorizzazione e diffusione delle tecniche tradizionali di incisione e stampa d’arte, si caratterizza per una particolare attenzione ad obbiettivi e valori educativi, oltre che alla promozione culturale del territorio di appartenenza.

Le opere in mostra sono infatti stampe realizzate dai giovani ospiti della comunità cui è stata offerta la possibilità di seguire un corso di calcografia nei laboratori AIIA di Candelara, sotto la guida dei maestri incisori dell'Accademia; un laboratorio, tenutosi nella primavera 2017, in cui i ragazzi hanno sperimentato in ogni sua fase la tecnica che da un semplice schizzo su carta conduce alla stampa su torchio delle matrici incise.

Un procedimento, quello della calcografia, che richiede attenzione, disciplina, concentrazione, impegno e in quanto tale rappresenta un valido strumento educativo soprattutto per i più giovani; valga a dimostrarlo la fruttuosa collaborazione che da anni l'Aiia intrattiene con la scuola elementare Arca delle Colline di S. Maria dell'Arzilla.

La sperimentazione di una tecnica di pregio consente inoltre, alla generazione dei “nativi digitali”, di prendere contatto con una realtà artigianale nel senso più elevato del termine in cui lo sviluppo della manualità si accompagna al piacere di veder realizzato un proprio manufatto attraverso l'utilizzo di strumenti tradizionali.

Nelle 17 opere dei ragazzi in mostra si coglie il tentativo di esprimere il proprio mondo interiore grazie alla pregnanza del segno che l'incisione enfatizza; la creatività, in questo senso, è al servizio di una ricerca identitaria: lasciare una traccia, un segno appunto, che sia riconoscibile come il proprio.

Nell'universo di questi giovani, dal vissuto non facile, convivono dunque confusione e desiderio di chiarezza, il bene e il male sovente inscindibili, sogni di evasione e paure sottese, visioni infantili e brutalità del reale, la forma e l'informe, il tutto a sottolineare quanto la collaborazione tra Il Filo della Gioia e l'AIIA sia stata significativa anche sul piano umano.

L'evento espositivo sarà inaugurato martedì 19 dicembre alle ore 17.00 presso la Biblioteca San Giovanni con una conferenza di presentazione cui interverranno il dott. Bernardo Gili, psicologo e psicoterapeuta con ampia esperienza nel settore del disagio giovanile, e la prof.ssa Maruska Palazzi, insegnante ed educatrice.

La mostra sarà visitabile fino al 14 gennaio 2018 nei giorni ed orari di apertura della Biblioteca San Giovanni di Pesaro.

 

 

Dott. Lorenzo Fattori

Presidente AIIA

AIIA - Accademia Internazionale Incisione Artistica

Cod. Fiscale e P. Iva 0263300416

via della Pieve 1 - 61020 Candelara (PU)

tel 333 3866081 

aiiaincisione@gmail.com             

Presidente Lorenzo Fattori

 

 

 

 

 

Ultimi aggiornamenti:

15.01.2018

Luci del Nord. IMPRESSIONISMO IN NORMANDIA

L'Impressionismo ha lasciato una traccia profonda nella storia dell'arte muovendo i suoi passi in Francia a partire dalla seconda metà dell'Ottocento, e proprio da questi inizi prende movimento la mostra evento "Luci del Nord. IMPRESSIONISMO IN NORMANDIA", dal 3 febbraio al 17 giugno al Forte di Bard.

Leggi tutto »

15.01.2018

StArt_ Studi per l'Arte: terza fase

Dong Jinnge, Alice Faloretti, Adelisa Selimbasic, Caterina Casellato, Niccolò Masiero Sgrinzatto, Giovanna Bonenti, Cristiano Vettore, Gianni D'Urso, Beatrice Gelmetti, Chiara Principe sono i giovani finalisti selezionati a dicembre.

Leggi tutto »

13.01.2018

I presepi artistici del Trentino Alto Adige messaggeri di pace

23 opere d'arte, realizzate dagli artigiani scultori del Trentino Alto Adige dall'1 gennaio sono esposte per la prima volta al pubblico a Mosca, nella Cattedrale ortodossa di Cristo Salvatore, dove si potranno ammirare fino al prossimo 28 febbraio.

Leggi tutto »

13.01.2018

31 Festival Liszt Albano 

Leonardo Pierdomenico Vincitore del “Raymond E. Buck” Jury Discretionary Award al prestigioso concorso pianistico internazionale “Van Cliburn” 2017, al 31° Festival Liszt Albano 
14 gennaio 2018: il Festival Liszt prosegue la valorizzazione delle eccellenze della musica classica italiana nella scenografia ottocentesca di Palazzo Savelli

Leggi tutto »

13.01.2018

Zoran Music. Occhi vetrificati

Dal 27 gennaio al 2 aprile, il Civico Museo "Revoltella" di Trieste propone al pubblico un nucleo, inedito, di 24 disegni che Zoran Music realizzò nel 1945, mentre era imprigionato a Dachau. L'esposizione, intitolata "Zoran Music. Occhi vetrificati", è promossa dal Comune di Trieste-Assessorato alla Cultura e curata da Laura Carlini Fanfogna.

Leggi tutto »

13.01.2018

Abbecedario del buon terrestre

Tratto dall’omonimo libro pubblicato nel 2015 da Ricerche&Redazioni, il teatro di strada dello spettacolo “Abbecedario del buon terrestre” porta bambini e adulti a ricostruire il senso delle parole e la nostra memoria più profonda. 

Leggi tutto »

10.01.2018

A San Teonisto di Treviso il ritorno di 19 opere pittoriche

Sabato 13 gennaio alle 11.30 una cerimonia pubblica segnerà il ritorno in San Teonisto, antica chiesa trevigiana, di 19 delle 22 opere pittoriche che erano patrimonio dell'edificio monastico sino alla sottrazione napoleonica del 1810.

Leggi tutto »

09.01.2018

Festival International de Programmes Audiovisuels di Biarritz

In gara per Audience award competition l’italiano Matteo Raffaelli con Mareyeurs Produzione Ocean Film di Francesco Congiu
Tra etica del consumo e politica globale, commercio massivo e consumo incontrollato, filiera produttiva africana ed Europa dei migranti, la storia del mareyeur senegalese Ibrahima

Leggi tutto »