Ti trovi in:  Home

 

 

  

 

ARTICOLI RECENTI

 

You and Me della compagnia Mummenschanz

Fondata a Parigi nel 1972 da Bernie Schürch e Andres Bossard, in collaborazione con Floriana Frassetto, la compagnia Mummenschanznasce da un progetto artistico fortemente sentito dal trio originario in seguito a intensi anni di studio e di sperimentazione nell’ambito del mimo e della danza.

 

SAISON CULTURELLE 2017/2018

YOU AND ME

MUMMENSCHANZ

Fondatori Andres Bossard, Floriana Frassetto, Bernie Schürch

Compagnia Floriana Frassetto, Sara Hermann, Christa Barrett, Kevin Blaser, Oliver Pfulg

You and Me della compagnia Mummenschanz

L’Assessorato dell’Istruzione e cultura, nell’ambito della Saison Culturelle 2017/2018 ospiterà, sabato 23 dicembre 2018, alle ore 21, al Teatro Splendor di Aosta, lo spettacolo You and Me della compagnia Mummenschanz.

 

La compagnia svizzera di teatro-danza fa sognare gli spettatori di tutto il mondo attraverso il linguaggio muto delle forme e dei colori.

Fondata a Parigi nel 1972 da Bernie Schürch e Andres Bossard, in collaborazione con Floriana Frassetto, la compagnia Mummenschanznasce da un progetto artistico fortemente sentito dal trio originario in seguito a intensi anni di studio e di sperimentazione nell’ambito del mimo e della danza. In quegli anni il trio offrì un’alternativa significativa non soltanto al lunare Pierrot, ma anche all'espressività della danza classica. Attraverso un dispositivo assolutamente moderno, fu sviluppato uno spettacolo unico nel suo genere, basato sulla straordinaria capacità espressiva del linguaggio mimico dei corpi degli oggetti-maschere.

 

Per il trio, spiega la sua cofondatrice Floriana Frassetto, Mummenschanz rappresenta un “gioco di possibilità”, il tentativo di raccontare una storia lungo il filo sottile delle immagini, senza musica né parole, attraverso la potenza creativa del linguaggio non verbale dei corpi e delle forme. Applauditi sui più importanti palcoscenici internazionali, oggi i Mummenschanz sono molto di più di un nome. Il loro lavoro è diventato una forma d’arte che ha affascinato e tuttora affascina spettatori di ogni età e di ogni estensione geografica.

Oggi Mummenschanz è mito - un mito avvolto nel mistero. Definiti anche musicisti del silenzio, gli artisti di Mummenschanz mettono in scena una suggestiva metamorfosi delle forme e dei colori. Le loro storie sono meramente visive. Non ci sono accompagnamenti musicali, né scenografie. Soltanto oggetti e oggetti-maschera, soltanto corpi e corpi-oggetto che si sviluppano su uno sfondo nero componendo un linguaggio ludico che tutti sono in grado di comprendere, purché si dia spazio al potere della fantasia e dell’immaginazione.

La Saison Culturelle 2017/2018 è realizzata dall’Assessorato Istruzione e Cultura della Regione autonoma Valle d’Aosta col patrocinio della Fondazione CRT Cassa di Risparmio di Torino.

Lo spettacolo è incluso negli abbonamenti Pleine Saison, Musical, Danza e Arte Varia.

Il costo del biglietto è per la Platea 24,00€ (intero) e 20,00€ (ridotto) e per la Galleria 18,00€ (intero) e 15,00€ (ridotto).

 

Per ulteriori informazioni rivolgersi all’Assessorato Istruzione e Cultura della Regione autonoma Valle d’Aosta,  Attività culturali, n.  0165 32778.

Sito internet www.regione.vda.it  e-mail saison@regione.vda.it

 

 

Ultimi aggiornamenti:

15.01.2018

Luci del Nord. IMPRESSIONISMO IN NORMANDIA

L'Impressionismo ha lasciato una traccia profonda nella storia dell'arte muovendo i suoi passi in Francia a partire dalla seconda metà dell'Ottocento, e proprio da questi inizi prende movimento la mostra evento "Luci del Nord. IMPRESSIONISMO IN NORMANDIA", dal 3 febbraio al 17 giugno al Forte di Bard.

Leggi tutto »

15.01.2018

StArt_ Studi per l'Arte: terza fase

Dong Jinnge, Alice Faloretti, Adelisa Selimbasic, Caterina Casellato, Niccolò Masiero Sgrinzatto, Giovanna Bonenti, Cristiano Vettore, Gianni D'Urso, Beatrice Gelmetti, Chiara Principe sono i giovani finalisti selezionati a dicembre.

Leggi tutto »

13.01.2018

I presepi artistici del Trentino Alto Adige messaggeri di pace

23 opere d'arte, realizzate dagli artigiani scultori del Trentino Alto Adige dall'1 gennaio sono esposte per la prima volta al pubblico a Mosca, nella Cattedrale ortodossa di Cristo Salvatore, dove si potranno ammirare fino al prossimo 28 febbraio.

Leggi tutto »

13.01.2018

31 Festival Liszt Albano 

Leonardo Pierdomenico Vincitore del “Raymond E. Buck” Jury Discretionary Award al prestigioso concorso pianistico internazionale “Van Cliburn” 2017, al 31° Festival Liszt Albano 
14 gennaio 2018: il Festival Liszt prosegue la valorizzazione delle eccellenze della musica classica italiana nella scenografia ottocentesca di Palazzo Savelli

Leggi tutto »

13.01.2018

Zoran Music. Occhi vetrificati

Dal 27 gennaio al 2 aprile, il Civico Museo "Revoltella" di Trieste propone al pubblico un nucleo, inedito, di 24 disegni che Zoran Music realizzò nel 1945, mentre era imprigionato a Dachau. L'esposizione, intitolata "Zoran Music. Occhi vetrificati", è promossa dal Comune di Trieste-Assessorato alla Cultura e curata da Laura Carlini Fanfogna.

Leggi tutto »

13.01.2018

Abbecedario del buon terrestre

Tratto dall’omonimo libro pubblicato nel 2015 da Ricerche&Redazioni, il teatro di strada dello spettacolo “Abbecedario del buon terrestre” porta bambini e adulti a ricostruire il senso delle parole e la nostra memoria più profonda. 

Leggi tutto »

10.01.2018

A San Teonisto di Treviso il ritorno di 19 opere pittoriche

Sabato 13 gennaio alle 11.30 una cerimonia pubblica segnerà il ritorno in San Teonisto, antica chiesa trevigiana, di 19 delle 22 opere pittoriche che erano patrimonio dell'edificio monastico sino alla sottrazione napoleonica del 1810.

Leggi tutto »

09.01.2018

Festival International de Programmes Audiovisuels di Biarritz

In gara per Audience award competition l’italiano Matteo Raffaelli con Mareyeurs Produzione Ocean Film di Francesco Congiu
Tra etica del consumo e politica globale, commercio massivo e consumo incontrollato, filiera produttiva africana ed Europa dei migranti, la storia del mareyeur senegalese Ibrahima

Leggi tutto »