Ti trovi in:  Inizio > Libri – Il tempo dei lupi - Storia e luoghi di un animale favoloso di Riccardo Rao

 

LIBRI

 

Il tempo dei lupi - Storia e luoghi di un animale favoloso di Riccardo Rao

Il tempo dei lupi - Storia e luoghi di un animale favoloso

Presentazione del volume di Riccardo Rao

Il tempo dei lupi - Storia e luoghi di un animale favoloso

L’Assessorato dell’Istruzione e Cultura comunica che venerdì 12 ottobre, nella sala conferenze della Biblioteca regionale, alle ore 18, sarà presentato il libro di Riccardo Rao Il tempo dei lupi - Storia e luoghi di un animale favoloso.

 

Definito dallo storico Alessandro Barbero «un straordinario viaggio da san Francesco a Cappuccetto Rosso, per scoprire il ruolo del lupo nel nostro inconscio», questo volume propone un itinerario attraverso la storia del rapporto tra l’uomo e il lupo attraverso i secoli, fino ai nostri giorni, fra storia, letteratura, psicologia e biologia, facendo ricorso a documenti storici e a leggende che hanno costruito, attorno alla realtà di un conflitto plurisecolare, il mito del lupo in Europa.

I lupi stanno tornando – afferma l’autore. Negli ultimi anni la loro popolazione in tutta Europa è aumentata in modo esponenziale. In Italia è più che decuplicata superando i duemila esemplari. Sempre più spesso vengo avvistati intorno ai centri abitati, lungo i percorsi dei greggi, al limitare del bosco. Insieme alle tracce riemergono paure antiche, mai placate del tutto. Partendo da questa constatazione, Rao ricostruisce l’immagine che la superstizione popolare, la cultura dotta degli uomini di chiesa, ma anche le grandi trasformazione dell’ambiente hanno prodotto di questo predatore nella nostra civiltà.

Docente di storia medievale presso l’Università di Bergamo, Riccardo Rao fa parte dei comitati editoriali di alcune riviste scientifiche di settore, come Reti Medievali, Mémoire des Princes Angevins e Popolazione e Storia. Il suo ultimo libro, I paesaggi medievali, Carocci, 2015, è stato insignito del Premio Italia Medievale 2015 per la sezione Libri ed Editoria e del Premio CNR per la Divulgazione scientifica (Sezione Scienze dell’Uomo).

Il lavoro del professor Rao – dichiara l’Assessore all’Istruzione e Cultura Paolo Sammaritani, che presenterà il volume insieme a Igor Santos Salazar, dell’Università dei Paesi Baschi, e a Beatrice Del Bo, dell’Università degli Studi di Milano– fondato com’è su solide basi storico-scientifiche, può costituire anche un valido contributo ad approfondire la conoscenza  e la comprensione di un fenomeno di stretta attualità, qual è quello della ricomparsa del lupo nella nostra regione, che presenta aspetti problematici legati sia alla percezione della sicurezza e alla coesistenza tra le attività economiche, come l’allevamento e la frequentazione turistica, sia alla tutela dell’ambiente naturale in un territorio fortemente antropizzato da secoli, soggetto peraltro al rischio incombente dello spopolamento.

 

Fonte: Assessorato dell’Istruzione e Cultura – Ufficio stampa Regione Autonoma Valle d’Aosta/Vallée d’Aoste
Ufficio stampa - Bureau de presse
T. 0165 27 32 00 - 32 90
F. 0165 27 34 02
u-stampa@regione.vda.it
www.regione.vda.it

 

 

 

 

 

 

 

Ultimi aggiornamenti:

20.02.2020

Leonardo da Vinci e Guido da Vigevano a Milano

Leonardo da Vinci, Studio anatomico di gambe pietra rossa, penna e inchiostro scuro su carta bianca con preparazione rossa sul recto © Veneranda Biblioteca Ambrosiana / Mondadori Portfolio

L’esposizione pone a confronto i modi di raffigurazione anatomica di due geni del passato, attraverso le riproduzioni del capolavoro di Guido da Vigevano, Anothomia designata per figuras, e di alcuni fogli di Leonardo da Vinci che evidenziano l’evoluzione dei suoi studi sul corpo umano.

Leggi tutto »

19.02.2020

L’ultimo romantico a Mamiano di Traversetolo

Dal 14 marzo al 12 luglio 2020, la Fondazione Magnani-Rocca, col titolo “L’ultimo romantico”, propone un ricchissimo omaggio espositivo al suo Fondatore, e lo fa nella dimora che Luigi Magnani trasformò in una casa-museo sontuosa e sorprendente, la ‘Villa dei Capolavori’ a Mamiano di Traversetolo, nel parmense.

Dal 14 marzo al 12 luglio 2020, la Fondazione Magnani-Rocca, col titolo “L’ultimo romantico”, propone un ricchissimo omaggio espositivo al suo Fondatore, e lo fa nella dimora che Luigi Magnani trasformò in una casa-museo sontuosa e sorprendente, la ‘Villa dei Capolavori’ a Mamiano di Traversetolo, nel parmense.

Leggi tutto »

19.02.2020

Flora dolomitica: 50 fiori da conoscere nel Patrimonio Unesco

Flora dolomitica  50 fiori da conoscere nel Patrimonio Unesco

Le 50 specie floristiche più significative delle Dolomiti, con schede, mappe di distribuzione, curiosità e meravigliose immagini, in una fruttuosa collaborazione tra la Fondazione Dolomiti UNESCO e la Fondazione Museo Civico di Rovereto.

Leggi tutto »

18.02.2020

Presentato il libro di Marcello Filotei L'ultima estate

Presentato il libro di Marcello Filotei "L'ultima estate"

Serata organizzata dalla Fondazione Campana dei Caduti

Presentato il libro di Marcello Filotei "L'ultima estate"
Una serata sul filo dell'emozione quella vissuta ieri presso la Sala degli Specchi di Rovereto.

Leggi tutto »

12.02.2020

Patrizia Laquidara C’è qui qualcosa che ti riguarda

Patrizia Laquidara

Il nuovo live di Patrizia Laquidara, definita dalla critica “un’autrice capace di rinnovare la canzone d’autore” e “una delle voci più intense e liriche della nostra musica cosiddetta leggera”, prende il nome dal suo ultimo album C’è qui qualcosa che ti riguarda, inserito nel maggio 2019 nella cinquina del Premio Tenco come miglior album.

Leggi tutto »

12.02.2020

Martina Galletta in Permette? Alberto Sordi

Martina Galletta

Nell'anno in cui si festeggia un secolo di Federico Fellini, sarà Martina Galletta a dare volto, voce e corpo alla sua amata Giulietta Masina nel film ‘Permette? Alberto Sordi’, coproduzione Rai Fiction – Ocean Productions, di Luca Manfredi con Edoardo Pesce, prossimamente su Rai 1 e al cinema il 24, 25 e 26 febbraio.

Leggi tutto »

10.02.2020

Parole correnti. Vocabolario essenziale contemporaneo

Parole correnti. Vocabolario essenziale contemporaneo

Parole correnti. Vocabolario essenziale contemporaneo 13 febbraio #poliamore a INDUSTRIE FLUVIALI. Il nuovo Ecosistema Cultura di Roma
Giovedì 13 febbraio 2020 ore 18.00-20.00 Industrie Fluviali, Via del Porto Fluviale 35

Leggi tutto »

10.02.2020

ATLANTE DEL GRAN KAN. Autobiografie di una città

L’Atlante del Gran Kan

L’Atlante del Gran Kan è un’occasione attraverso cui il teatro restituisce una comunità a se stessa dopo un lavoro di apertura, di dialogo, di segreti svelati o il dono di un ricordo prezioso che veniva custodito gelosamente nel chiuso del nostro tempio privato.

Leggi tutto »

10.02.2020

Docudì2020 inizio proiezioni dei film in concorso

Docudì2020

Giovedì 13 febbraio terzo appuntamento con Docudì - concorso di cinema documentario, in svolgimento presso il museo d’arte moderna Vittoria Colonna a Pescara.

Leggi tutto »

10.02.2020

Passione e Resurrezione di Cristo nella mostra GAUGUIN, MATISSE, CHAGALL

GAUGUIN, MATISSE, CHAGALL. La Passione nell’arte francese dai Musei Vaticani

Oltre 20 opere di Paul Gauguin, Auguste Rodin, Marc Chagall, Georges Rouault, Henri Matisse e di altri protagonisti dell’arte francese a cavallo tra il XIX e XX secolo, provenienti dalla Collezione di Arte Contemporanea dei Musei Vaticani, ripercorrono i temi della Passione,del Sacrificio e della Speranza.

Leggi tutto »

02.02.2020

Da Donatello a Riccio a Padova

A nostra immagine. Scultura in terracotta del Rinascimento DA DONATELLO A RICCIO

A nostra immagine. Scultura in terracotta del Rinascimento DA DONATELLO A RICCIO
Mostra a cura di Andrea Nante e Carlo Cavalli. 
Secoli, dispersioni, furti, indifferenza, vandalismi hanno quasi completamente distrutto o disperso un patrimonio d’arte unico al mondo: le sculture in terracotta rinascimentali del territorio padovano.

Leggi tutto »

01.02.2020

Serena Corsi, Donne di fiume e d'inchiostro

Serena Corsi, Donne di fiume e d'inchiostro

Marta, che insegna matematica e scrive favole per bambini, scopre che quella mattina la madre Clio è uscita di casa ma non è più rientrata. È scomparsa.
I giorni passano, e mentre le ricerche di Clio continuano, Marta ripercorre il loro mezzo secolo di vita di madre e figlia, in un valzer luminoso e dolente che rende conto dell’incedere della Storia, degli angoli ciechi l’una all’altra ma anche delle altezze vertiginose della loro relazione.

 

Leggi tutto »