Ti trovi in:  Inizio > Convegni – Trento, i primi secoli cristiani. Urbanistica ed edifici

 

CONVEGNI

 

Trento, i primi secoli cristiani. Urbanistica ed edifici

Sono numerose le indagini archeologiche che hanno interessato Trento negli ultimi anni. Ne sono emersi dati importanti per conoscere e ricostruire lo sviluppo di Tridentum, la città fondata dai Romani nel I secolo avanti Cristo.

Lunedì 4 dicembre un incontro di studi promosso dalla Soprintendenza per i beni culturali e dall'Università di Trento

Trento, i primi secoli cristiani Urbanistica ed edifici


Trento, i primi secoli cristiani. Urbanistica ed edifici
 A distanza di secoli il sottosuolo cittadino non cessa di restituire sorprendenti testimonianze del suo antico passato. I risultati delle ricerche più recenti saranno presentati nel corso dell'incontro di studi “Trento, i primi secoli cristiani. Urbanistica ed edifici” che si terrà lunedì 4 dicembre, a Trento, presso la Sala convegni della Cassa Rurale, in via Belenzani.
L’iniziativa è a cura della Soprintendenza per i beni culturali della Provincia autonoma di Trento e del Dipartimento di Lettere e Filosofia dell'Università di Trento e realizzata con il sostegno della Cassa Rurale di Trento. La direzione scientifica è di Cristina Bassi archeologa della Soprintendenza ed Elisa Possenti docente di archeologia cristiana e medievale dell'Università di Trento.
Fin dall’epoca antica la città di Trento ha rivestito un ruolo di primo piano in virtù della sua posizione di cerniera tra le aree alpine e la pianura padana. Non stupisce pertanto che sia attestata come sede episcopale già entro la fine del IV secolo.
Gli scavi degli ultimi decenni hanno consentito di ampliare in modo considerevole le conoscenze sulla città nei decenni in cui la comunità di Tridentum divenne cristiana, non solo per quanto concerne i luoghi di culto ma anche in generale del centro urbano nel suo complesso la cui evoluzione fu, almeno in parte, certamente condizionata dall’imporsi della nuova fede.
La quantità dei nuovi dati ma anche la centralità del tema hanno pertanto suggerito agli organizzatori di riunire insieme, in una giornata di convegno, una serie di interventi che da una parte illustrino le novità e le problematiche relative alla cristianizzazione di Trento tra IV e VI secolo, dall’altra offrano uno spaccato di situazioni simili che per confronto e analogia possono essere utili per comprendere meglio la realtà locale.
Nel corso dell'incontro sarà dato ampio spazio al dibattito e alla discussione tra i partecipanti. Al convegno partecipano studiosi e ricercatori dell'Accademia austriaca delle Scienze,  dell'Università di Bologna, dell'Università di Bari, oltre all'Università di Trento e all'Ufficio beni archeologici della Soprintendenza. 
La giornata di studi è riconosciuta dall’IPRASE come corso valido ai fini dell’aggiornamento professionale dei docenti della scuola della Provincia autonoma di Trento.


Il programma
TRENTO, I PRIMI SECOLI CRISTIANI. URBANISTICA ED EDIFICI
Incontro di studi
Lunedì 4 dicembre 2017, ore 9.00
Trento, via Belenzani 12
Sala convegni della Cassa Rurale di Trento
ore 9.00 Registrazione partecipanti
ore 9.30 Saluti istituzionali

Sessione mattutina
Presidenza della sessione: Gianni Ciurletti (già Soprintendente per i beni archeologici di Trento)
ore 10.00 Yuri Marano (Österreichische Akademie der Wissenschaften di Vienna)
I complessi episcopali in Italia settentrionale: aspetti giuridici ed istituzionali relativi al loro impianto e caratteristiche generali
ore 10.30 Donatella Nuzzo (Università di Bari)
Rapporto tra infrastrutture, spazi pubblici ed edifici di culto cristiano in età tardo antica
ore 11.15 Emanuele Curzel (Università di Trento)
La cristianizzazione di Trento: il dato storico
ore 11.45 Enrico Cavada (Soprintendenza per i beni culturali di Trento, Ufficio beni archeologici)
Trento in età tardo antica e altomedievale (IV-VI secolo), il dato archeologico. Status quaestionis
ore 12.15 Vincenza Zangara (Università di Trento)
La costruzione di una leggenda agiografica: la Passio sancti Vigilii

Sessione pomeridiana
Presidenza della sessione: Giuseppe Cuscito (già Università di Trieste)
ore 14.30 Teresa Guaitoli (Università di Bologna)
La chiesa di Santa Maria Maggiore a Trento: aggiornamenti sugli studi in corso
ore 15.00 Cristina Bassi (Soprintendenza per i beni culturali di Trento, Ufficio beni archeologici)
Lo scavo di via Orsoline a Trento ed altre novità dall’area urbana
ore 15.30 Gianni Ciurletti (già Soprintendente per i beni archeologici di Trento)
La chiesa sul Doss Trento: del mosaico, dei SS. Cosma e Damiano, dei cantores
ore 16.15 Nicoletta Pisu (Soprintendenza per i beni culturali di Trento, Ufficio beni archeologici)
Lo scavo 2013-2015 nell’area di Piedicastello
16.45 Elisa Possenti (Università di Trento)
La chiesa di S. Maria di Civezzano e il suo significato in relazione alle fasi di cristianizzazione dell’area trentina
ore 17.30 Visita guidata al S.A.S.S. Spazio Archeologico Sotterraneo del Sas, Trento, piazza Cesare Battisti


Informazioni
Provincia autonoma di Trento
Soprintendenza per i beni culturali
Ufficio beni archeologici
Via Mantova, 67 - 38122 Trento
tel. 0461 492161
e-mail: uff.beniarcheologici@provincia.tn.it
www.cultura.trentino.it/Temi/Archeologia

 

 

 

 

 

 

 

Ultimi aggiornamenti:

21.02.2020

Concerto dell' Alma sax quartet

Alma Sax Quartet, quartetto di sassofoni composto da Simone Bellagamba, Francesco Desideri, Andrea Leonardi e Andrea Piccione, rispettivamente al sax soprano, sax tenore, sax baritono e sax contralto.

Domenica 23 febbraio presso l’Aula Magna del Convitto Nazionale “M. Delfico” di Piazza Dante a Teramo, alle 17,30, nuovo appuntamento della XXVI Stagione Concertistica organizzata dall’Associazione Orchestrale da Camera “Benedetto Marcello”.

Leggi tutto »

21.02.2020

LIVE MUSEUM, LIVE CHANGE Sonia Andresano con Permesso di sosta

LIVE MUSEUM, LIVE CHANGE Sonia Andresano con Permesso di sosta

LIVE MUSEUM, LIVE CHANGE
Sonia Andresano con Permesso di sosta e fermata prosegue gli atelier artistici presso i Mercati di Traiano. Dal 21 febbraio 2020, ai Mercati di Traiano, Via Quattro Novembre 94, Roma

Leggi tutto »

21.02.2020

FLASHBACK 2020 I Ludens 

FLASHBACK, l’arte è tutta contemporanea. Edizione 2020, I Ludens 

Al via l’ottavo anno di Flashback: aprono le application della fiera e si inaugura il programma annuale sul territorio. Tante le novità che ci trasportano su quel “medesimo orizzonte degli eventi” dove l’arte è tutta contemporanea e cultura e mercato fanno parte della stessa equazione.

Leggi tutto »

20.02.2020

Leonardo da Vinci e Guido da Vigevano a Milano

Leonardo da Vinci, Studio anatomico di gambe pietra rossa, penna e inchiostro scuro su carta bianca con preparazione rossa sul recto © Veneranda Biblioteca Ambrosiana / Mondadori Portfolio

L’esposizione pone a confronto i modi di raffigurazione anatomica di due geni del passato, attraverso le riproduzioni del capolavoro di Guido da Vigevano, Anothomia designata per figuras, e di alcuni fogli di Leonardo da Vinci che evidenziano l’evoluzione dei suoi studi sul corpo umano.

Leggi tutto »

19.02.2020

L’ultimo romantico a Mamiano di Traversetolo

Dal 14 marzo al 12 luglio 2020, la Fondazione Magnani-Rocca, col titolo “L’ultimo romantico”, propone un ricchissimo omaggio espositivo al suo Fondatore, e lo fa nella dimora che Luigi Magnani trasformò in una casa-museo sontuosa e sorprendente, la ‘Villa dei Capolavori’ a Mamiano di Traversetolo, nel parmense.

Dal 14 marzo al 12 luglio 2020, la Fondazione Magnani-Rocca, col titolo “L’ultimo romantico”, propone un ricchissimo omaggio espositivo al suo Fondatore, e lo fa nella dimora che Luigi Magnani trasformò in una casa-museo sontuosa e sorprendente, la ‘Villa dei Capolavori’ a Mamiano di Traversetolo, nel parmense.

Leggi tutto »

19.02.2020

Flora dolomitica: 50 fiori da conoscere nel Patrimonio Unesco

Flora dolomitica  50 fiori da conoscere nel Patrimonio Unesco

Le 50 specie floristiche più significative delle Dolomiti, con schede, mappe di distribuzione, curiosità e meravigliose immagini, in una fruttuosa collaborazione tra la Fondazione Dolomiti UNESCO e la Fondazione Museo Civico di Rovereto.

Leggi tutto »

18.02.2020

Presentato il libro di Marcello Filotei L'ultima estate

Presentato il libro di Marcello Filotei "L'ultima estate"

Serata organizzata dalla Fondazione Campana dei Caduti

Presentato il libro di Marcello Filotei "L'ultima estate"
Una serata sul filo dell'emozione quella vissuta ieri presso la Sala degli Specchi di Rovereto.

Leggi tutto »

12.02.2020

Patrizia Laquidara C’è qui qualcosa che ti riguarda

Patrizia Laquidara

Il nuovo live di Patrizia Laquidara, definita dalla critica “un’autrice capace di rinnovare la canzone d’autore” e “una delle voci più intense e liriche della nostra musica cosiddetta leggera”, prende il nome dal suo ultimo album C’è qui qualcosa che ti riguarda, inserito nel maggio 2019 nella cinquina del Premio Tenco come miglior album.

Leggi tutto »

12.02.2020

Martina Galletta in Permette? Alberto Sordi

Martina Galletta

Nell'anno in cui si festeggia un secolo di Federico Fellini, sarà Martina Galletta a dare volto, voce e corpo alla sua amata Giulietta Masina nel film ‘Permette? Alberto Sordi’, coproduzione Rai Fiction – Ocean Productions, di Luca Manfredi con Edoardo Pesce, prossimamente su Rai 1 e al cinema il 24, 25 e 26 febbraio.

Leggi tutto »

12.02.2020

Nero di seppia su tela di Franco Paolini

“Nero di seppia su tela”, mostra dell’artista - marittimo Franco Paolini, in arte “Prichiò”

Si apre sabato 15 febbraio alle 17 alla Palazzina Azzurra di San Benedetto del Tronto (AP) “Nero di seppia su tela”, mostra dell’artista - marittimo Franco Paolini, in arte “Prichiò”.

Leggi tutto »

10.02.2020

Parole correnti. Vocabolario essenziale contemporaneo

Parole correnti. Vocabolario essenziale contemporaneo

Parole correnti. Vocabolario essenziale contemporaneo 13 febbraio #poliamore a INDUSTRIE FLUVIALI. Il nuovo Ecosistema Cultura di Roma
Giovedì 13 febbraio 2020 ore 18.00-20.00 Industrie Fluviali, Via del Porto Fluviale 35

Leggi tutto »

10.02.2020

ATLANTE DEL GRAN KAN. Autobiografie di una città

L’Atlante del Gran Kan

L’Atlante del Gran Kan è un’occasione attraverso cui il teatro restituisce una comunità a se stessa dopo un lavoro di apertura, di dialogo, di segreti svelati o il dono di un ricordo prezioso che veniva custodito gelosamente nel chiuso del nostro tempio privato.

Leggi tutto »