Ti trovi in:  Home

 

 

  

 

ARTICOLI RECENTI

 

Amore Ti Odio

Amare troppo è un esperienza tanto comune per molte donne che quasi siamo convinte che una relazione intima debba essere fatta così. Quasi tutte abbiamo amato troppo almeno una volta, e per molte di noi questo è un tema riccorrente di tutta la vita – 1985, Robin Norwood, Donne che amano troppo

 

 

Amore Ti Odio - il 28 dicembre 2017, a WEGIL in scena il Teatro Invisibile con il forum theatre sulla gender oppression

Amore Ti Odio

Amare troppo è un esperienza tanto comune per molte donne che quasi siamo convinte che una relazione intima debba essere fatta così. Quasi tutte abbiamo amato troppo almeno una volta, e per molte di noi questo è un tema riccorrente di tutta la vita – 1985, Robin Norwood, Donne che amano troppo

h. 21.00, 28 dicembre 2017 WeGIL - Largo Ascianghi 5, Roma
Ingresso gratuito

Impegno e attualità arrivano il 28 dicembre 2017 sul palco di WEGIL - l’hub di Largo Ascianghi a Trastevere nato grazie all’impegno della Regione Lazio con Artbonus - con Amore Ti Odio, la performance di forum theatre del Teatro Invisibile che porterà in scena nello spazio architettonico concepito da Moretti un momento artistico di alto valore sociale per riflettere insieme sulla “gender oppression”, sulle “donne che amano troppo”.

“Amare troppo è un esperienza tanto comune per molte donne che quasi siamo convinte che una relazione intima debba essere fatta così. Quasi tutte abbiamo amato troppo almeno una volta, e per molte di noi questo è un tema riccorrente di tutta la vita ”. Era il 1985 e Robin Norwood si rivolgeva con queste parole alle lettrici di “Donne che amano troppo”. Forse “l'amare troppo” nasconde molte paure: la paura di rimanere sole, la paura di non meritare un amore felice, la paura di essere ignorate o abbandonate. Ci si attacca morbosamente a qualcuno e pur di stare con lui si è disposte a sopportare tutto...anche la violenza fisica o psicologica che sia.

Da qui parte la perfomance Amore Ti Odio che, coinvolgendo il pubblico secondo le tecniche del forum theatre, diventa un’occasione di spettacolo in cui il pubblico viene direttamente chiamato a partecipare, lavorando allo sviluppo stesso della storia, trasformando l’occasione in un momento non solo artistico ma anche intimo e di forte interazione: un “gioco” teatrale originale che si svolge sotto la guida del Teatro Invisibile, per incontrarsi e confrontarsi.

L’Associazione Il Teatro Invisibile nasce nel 2017, dall’incontro di tre persone, interessate a coniugare gli strumenti del teatro e della musica con l’indagine psicologica e l’uso di questi mezzi come approccio educativo a questioni sensibili e socialmente rilevanti. Maria Antonia Fama è attrice, autrice teatrale e speaker radiofonica. Andrea Causapruna è chitarrista e docente di musica. Margherita Bulzacchelli è una psicoterapeuta gestalt-analitica e maestra di scuola dell’infanzia. I tre si sono incontrati grazie al progetto europeo “Rehearsal for life”, promosso dall’Associazione rumena A.R.T. Fusion, un long training course sul Teatro dell’Oppresso svoltosi in Kosovo e Romania.

Riaperto l’8 dicembre 2017 e con presenze record nel primo fine settimana, WeGil è stato ristrutturato dalla Regione Lazio grazie a fondi regionali stanziati per il recupero dei beni immobiliari appartenenti al patrimonio storico regionale e alla campagna istituzionale Art Bonus, per diventare uno spazio che intende essere simbolo della creatività, della cultura, dell’inclusione e della partecipazione, ospitando mostre, convegni, eventi. Lo storico palazzo di Trastevere, concepito dall’architetto Moretti, è stato ripensato utilizzando i criteri dell’innovazione e della modernità.

WEGIL – www.wegil.it 
Ingresso gratuito fino a esaurimento posti.

Ufficio Stampa HF4 
Federica Baioni: + 39 329 811 32 69  - Marta Volterra:  + 39 340 969 0012 

 

 

Ultimi aggiornamenti:

20.01.2018

Giorno della Memoria: per non dimenticare in Trentino

Il 27 gennaio di ogni anno la comunità internazionale celebra il “Giorno della Memoria”, istituito in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici nei campi nazisti. Quel giorno, nel 1945, le truppe sovietiche dell'Armata Rossa arrivarono ad Auschwitz e scoprirono l'orrore del genocidio nazista, rivelandolo al mondo.

Leggi tutto »

20.01.2018

Giornate della Memoria e del Ricordo 2018

Il Giorno della Memoria è celebrato il 27 gennaio, data dell'abbattimento dei cancelli di Auschwitz, per ricordare la Shoah, le leggi razziali, la persecuzione dei cittadini ebrei, mentre il Giorno del Ricordo è commemorato il 10 febbraio, data della firma del Trattato di pace di Parigi nel 1947, in ricordo della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe nel secondo dopoguerra.

Leggi tutto »

20.01.2018

La Shoah dell'Arte al Mart, Realismo magico

Il Museo di Rovereto aderisce all'appuntamento annuale del 27 gennaio
Nel Giorno della Memoria, torna nei musei e nei teatri di tutta Italia "La Shoah dell'arte". Patrocinato dal MiBACT, il progetto contribuisce alla riflessione culturale sull'olocausto.

Leggi tutto »

18.01.2018

Concerto dei Dirotta Su Cuba al Teatro Splendor di Aosta

Chi non li ricorda o non conosce un loro pezzo. Negli anni Novanta la musica funky in Italia, improvvisamente, esplose con i Dirotta su Cuba. Brani come Gelosia, Liberi di liberi da, cantati dalla splendida voce di Simona Bencini, ebbero un successo enorme, durato fino al nuovo millennio.

Leggi tutto »

18.01.2018

Otto Frank, father of Anne di David de Jongh

In ricorrenza del Giorno della Memoria, sarà proiettato il film di David de Jongh dal titolo: 'Otto Frank, padre di Anna”. (Paesi Bassi, 2010, 75')

Leggi tutto »

17.01.2018

Trecentosessantacinque d’arte. Pino Pocopio

Venerdì 19 Gennaio alle ore 18:30 sarà inaugurata, all’interno dello spazio espositivo Tacconi Art Space delle Grafiche Tacconi di Ascoli Piceno, in collaborazione con L’Idioma Centro d’Arte, la mostra di Pino Procopio Trecentosessantacinqu e d’arte, a cura di Giuseppe Bacci.

Leggi tutto »

17.01.2018

Wildlife Photographer of the Year Forte di Bard.

Sarà il Forte di Bard, dal 16 febbraio al 10 giugno 2018, a presentare l'anteprima italiana della 53esima edizione del Wildlife Photographer of the Year, il più importante riconoscimento dedicato alla fotografia naturalistica promosso dal Natural History Museum di Londra. La spettacolare roccaforte all'ingresso della Valle d'Aosta ospita per il nono anno consecutivo, la prima tappa del tour italiano della mostra che ogni anno premia gli scatti più belli del mondo animale e vegetale.

Leggi tutto »

17.01.2018

Contrasti 2 Marco Fattori - Giuliano Cotellessa Dal 20 al 26 gennaio 2018

RespirArt è lieta di presentare la seconda edizione di Contrasti, bipersonale di due artisti abruzzesi a confronto: Marco Fattori e Giuliano Cotellessa, a cura di Berardo Montebello. L'inaugurazione si terrà sabato 20 gennaio alle ore 18.00 a Giulianova in Corso Garibaldi 30, con l'intervento del Professor Sandro Melarangelo. Seguirà l’esibizione del jazzista britannico internazionale Geoff Warren sulle composizioni del Professor Stefano Taglietti.

Leggi tutto »